Followers

mi lasci un salutino?!

Mi lasci un salutino?!

Oggi è...

lunedì 27 maggio 2013

Quando la musica arriva al cuore


Gironzolando su YouTube
ho trovato questa canzone

cantata da
Julio Eglesias

eccone il testo originale:

Qui la regarde, qui la caresse
Qui lui fait l'amour et la laisse
Qui s'approche tout près de son corps
Sans savoir que je l'aime encore
Qui lui fait oublier mon nom
Quel sorcier voudou, quel démon
L'a envoutée de ses sorts
Sans savoir que je l'aime encore
Je l'aime encore

Qu'est-ce que ça fait
Je n'ai pas honte d'avouer
Que je suis perdu sans ses bras
Que je pleure quand elle n'est pas là
Quand je l'imagine se donner
A un autre qu'elle peut aimer
Qu'elle peut aimer

Qui la touche et qui la salit
Quel salaud se couche dans son lit
Qui l'embrasse et qui la dévore
Sans savoir que je l'aime encore
Qui peut-être l'a fait pleurer
Et qui l'oblige à m'oublier
Je suis sûr qu'elle pense qu'elle a tort
Sans savoir que je l'aime encore
Oh je l'aime encore

Qu'est-ce que ça fait
Je n'ai pas honte d'avouer
Que je suis perdu sans ses bras
Que je pleure quand elle n'est pas là
Quand je l'immagine se donner
A un autre qu'elle peut aimer
Qu'elle peut aimer

Oh je l'aime encore et j'ai le droit
De savoir ce qu'elle fait sans moi
Pour qui les soirs elle se maquille
Et pour qui elle se déshabille
Pour qui elle versera les larmes
Pour qui elle redeviendra femme Je l'aime encore
Je l'aime encore


bella vero?! 
....è? ...come dite?
il francese non lo capite?
detto fatto 
ecco la traduzione

Chi guarda che accarezzano
Chi ha fatto l'amore con lei e la lascia
Avvicinandosi vicino al suo corpo
Senza sapere che ti amo ancora
Che gli fa dimenticare il mio nome
Cosa stregone voodoo, quale demone
L'incantesimo ha stregato il suo
Senza sapere che ti amo ancora
Amo ancora

Che cosa è
Non mi vergogno di ammettere
Mi sono perso senza le braccia
Io piango quando lei non c'è
Quando immagino dare
In un altro si può amare
Si può amare

Che la chiave e la sporca
Che sonno bastardo nel suo letto
Che abbraccia e divora
Senza sapere che ti amo ancora
Il che forse lo fece piangere
E questo mi costringe a dimenticare
Sono sicuro che lei pensa che lei è sbagliata
Senza sapere che ti amo ancora
Oh, amo ancora

Che cosa è
Non mi vergogno di ammettere
Mi sono perso senza le braccia
Io piango quando lei non c'è
Quando do immagine
In un altro si può amare
Si può amare

Oh, amo ancora e ho il diritto
Conoscere senza di me
Per quella sera si mette il trucco
E che si spoglia
Chi pagherà per questo con le lacrime
Per che tornerà ad essere la donna che amo ancora
Amo ancora









sabato 25 maggio 2013

Un diplomino niente male

Ecco il 
diplomino ricevuto
dal forum

per aver superato il primo livello
del tutorial


Ringrazio tutto lo staf del forum!!!

:vitt:






giovedì 23 maggio 2013

Tag in flash









Ecco il mio ultimo lavoretto
in flash
realizzato per il forum

********
Un mega salutissimo a tutti
voi!! 

:bax:







sabato 18 maggio 2013

Tag "Sogno"

Ho intitolato
questa tag
"SOGNO"


un piccolo consiglio:
:qui:


Vi auguro un sereno
fine settimana!! 

:mack:






venerdì 17 maggio 2013

Dal contest "CHINA TOWN "

Ho partecipato al contest:
CHINA TOWN
del forum

ecco il mio lavoro


...bè non è granche ma a me 
piace

modesta è?  

Non mi resta che augurarvi
buon fine settimana 
a tutti!!!
:bax:






martedì 14 maggio 2013

Pink background

Ecco un nuovo sfondo 
per chi ama il rosa

(1500x800)

Buona giornata a tutti !!
:cf:





lunedì 13 maggio 2013

Il Vittoriano a Roma


Il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, spesso identificato in maniera errata come Altare della Patria, fu costruito per  volontà del giovane Parlamento Italiano, interpretando il sentimento popolare di gratitudine nei confronti del sovrano appena  scomparso, artefice dell'unità e della libertà d'Italia.


Il progetto selezionato con un concorso (il secondo)
riservato soltanto ad artisti italiani,  
fu quello del giovane architetto marchigiano 
Giuseppe Sacconi.


La grandiosa statua equestre del re, alta 12 metri e lunga 10,  fu inaugurata il 4 giugno 1911 alla presenza di Vittorio Emanuele III, mentre i lavori si protrassero ancora fino al 1935, data in cui si può considerare definitivamente conclusa la costruzione.
____
Sulla scalinata si trova l'Altare della Patria che è solamente una parte del complesso, ossia la parte situata poco oltre la scalinata, dove si trovano il picchetto d'onore e la grande statua
della dea Roma.




All'interno si trovano degli spazi espositivi dedicati alla storia del Vittoriano stesso e la sede del Museo centrale del Risorgimento,
che da alcuni anni ospita anche mostre temporanee di pittura.

Dal 1987 al 2000 il Vittoriano è stato in restauro  e
nel 2007 sono stati installati  degli ascensori in vetro
che portano alle terrazze delle quadrighe,
ad un'altezza di 62,26 metri,  
il punto più alto di tutti gli edifici del centro di Roma
(la cupola di San Pietro è alta 43 metri).


Questi ascensori sono posizionati sul retro
del maestoso edificio,
a mio parere, anche se non visibili , sono un orrore !!
______
Da Roma per oggi è tutto !!
Vi auguro una buona giornata!! 



p.s. per saperne di più sul Vittoriano
guardatevi  questa clip.









sabato 11 maggio 2013

Da oggi Tweetto anche io!!

Ebbene si anche io
Tweetto


già già ....sono anche su Twitter!!!!


Auguro a tutti 
un sereno
fine settimana!!! 









domenica 5 maggio 2013

Storia della chiocciola


La @, anche detta a commerciale, e popolarmente nota in lingua italiana come chiocciola o chiocciolina, conosciuta in inglese col nome at, è un carattere tipografico  usato  soprattutto per la posta elettronica . Graficamente rappresenta una a stilizzata con attorno un ricciolo: da ciò derivano la somiglianza con il mollusco, di cui riproduce il guscio, e i nomignoli che essa possiede.


Qual  è la sua origine?
Non vi è concordanza sull’origine e tanto meno sul nome proprio del segno “@”. Quella “a” con la coda allungata, fino a formare quasi un cerchio attorno alla stessa vocale, dispone di un bel serraglio di nomi in mezzo mondo. Dalla nostra chiocciola/chiocciolina, alla lumaca (coreano) alla scimmia (tedesco), al cagnolino (russo), alla coda di scimmia (svizzero tedesco), al bruco o verme (ungherese), alla coda di maiale (norvegese e danese), al topolino (cinese), all’aringa (ceco) e altro ancora. C’è chi la assimila al tipico dolce arrotolato (ebraico), ad una rosa (turco). I finlandesi la chiamano “segno del miao”.
chiocciola

Quello che si sa per certo è che ad introdurre quel segno distintivo è stato RayTomlinson, 

un giovane ingegnere informatico americano che nel 1971 riuscì per primo a spedire un messaggio elettronico da un computer all’altro. Sul motivo per cui quel segno si trovava sulla tastiera di Tomlinson gli studiosi  sono divisi. Scrive Bruno Giussani: “Alcuni pensano che il segno @ abbia origine nel primo Medioevo, quando i monaci copisti che riproducevano manoscritti lo avrebbero creato contraendo (a vantaggio della rapidità) la parola latina “ad”. La maggioranza dei linguisti ritiene che il segno “@” sia di concezione più recente, apparso nel XVIII secolo in ambito commerciale come simbolo indicante il prezzo per unità di un prodotto. Più recentemente tuttavia un altro specialista, Giorgio Stabile dell’Università la Sapienza di Roma, ha prodotto alcuni documenti veneziani del Cinquecento dove il segno “@” appare come un’icona rappresentante un’altra unità di peso…”


Che dire di più?
Buona chiocciola a tutti!!











Follow by Email